Astinenza da Cocaina

Per un dipendente di droghe, l’astinenza da cocaina è una delle peggiori esperienze della sua vita, bisogna però considerare le prospettive, se l’astinenza è voluta e monitorata o se è dovuta a carenza di droga.

In entrambi i casi, i sintomi sono molto simili:

  • Il trauma iniziale è durissimo e può durare da poche ore a molti giorni, a secondo dello stadio in cui è il paziente.
  • L’esperienza di ognuno è diversa, ma ci sono alcune caratteristiche comuni, il primo in assoluto è l’effetto “rimbalzo”, inizialmente colmi di buoni propositi sembra di star bene e poter resistere, ma la sensazione è di breve durata e il corpo inizia a chiedere la sua dose di cocaina, a quel punto la mente produce degli alibi, forse un pochino solo basterà e poi smetto… questo è l’effetto “rimbalzo”.
  • L’umore ne risente molto pesantemente, si perde ogni forma di stabilità psichica, si sfiora la follia, pensieri contrastanti affollano la mente, allucinazioni di ogni genere producono terrore puro, non è raro che in fase di astinenza da cocaina un soggetto si uccida o peggio usi violenza su terzi, proprio perché in preda ad allucinazioni.
  • Poi sorge la depressione, le emozioni spariscono, tutto ciò che si pensa è negativo, un tunnel buio e oscuro senza fine, un continuo brancolare nel nulla che significa assoluto vuoto e solitudine, anche se il soggetto non è solo.
  • Fisicamente si avverte tanta stanchezza, ogni movimento costituisce una fatica enorme, gli arti pesano e il coordinamento motorio manca.
  • Non si riesce a dormire, gli occhi sbarrati nel buio non vogliono chiudersi, il sonno non arriva anche perché il corpo è scosso da un incontrollato tremore.
  • Anche il linguaggio è compromesso, frasi incoerenti e incomplete sono tutto ciò che il cocainomane riesce a esprimere.

L’astinenza da cocaina è sicuramente un’esperienza difficile ma necessaria per uscire dalla dipendenza.

Commenta