Storia della Cocaina

storia della cocaina

La cocaina è una sostanza psicotropa originaria del sud America. Gli abitanti dell’area compresa tra Colombia, Perù e Bolivia sono soliti masticarne le foglie da migliaia di anni per motivi ludici, sociali, medici e religiosi. Non ultimo pregio della cocaina era quello di far sentire meno la fatica ed aiutare gli abitanti di queste zone a lavorare e muoversi meglio in una natura che a volte era difficile da antropizzare.

La cocaina infatti era usata per calmare fame e sete e permettere marce faticose, specie ad altezze elevate, situazioni che le popolazioni del sud America si trovano a dover fronteggiare spesso.

In Europa la notizia dell’esistenza di questa pianta dai forti effetti viene portata da Pedro Cieza de Leon, che nella Cronaca del Perù (1550 – 1553) ha descritto la pianta della coca e l’uso fatto dagli amerindi. Un’altra descrizione più tardiva è dello svizzero Von Tschudy che ne parla nella prima metà del XIX secolo. Ma in genere gli europei si mostrarono poco interessati al consumo della foglia di coca per masticazione come veniva fatto dai indigeni del sud America.

Nel 1860 un chimico tedesco di nome Albert Niemann purifica la cocaina ovvero l’alcalodide attivo presente nelle foglie di coca e da qui in poi la società occidentale si prodiga a trovare usi medici utili al prodotto.

Un primo uso da parte di un dottore fu, nella coeva guerra civile americana, come mezzo di terapia contro l’uso della morfina spesso abusata dai reduci di guerra affetti dalla cosiddetta “malattia del soldato”.

Un altro dottore ben più famoso di nome Sigmund Freud la sperimentò come ricostituente e disintossicante dall’eroina. In vari scritti il padre della psicanalisi ne vantò gli effetti positivi di anestetico, disintossicante, tonico e persino afrodisiaco sostenendo che in moderate quantità la cocaina non avesse alcuna controindicazione.
Ma tali considerazione si rivelarono pesantemente errate e già dopo il 1887 anche Freud si allineò alla comunità medica nel riconoscere che la cocaina era una sostanza tossica pericolosa e potenzialmente letale.

Inizialmente la cocaina fu una droga d’elezione di una ristretta élite intellettuale ma già a ridosso della prima guerra mondiale il suo consumo si era diffuso in modo trasversale.
La sua penetrazione a tutti i livelli della società è testimoniata dalla presenza della cocaina in una famosa scena di un film di Chaplin.

Gli studi sulla pericolosità della cocaina hanno ridotto il suo consumo sul finire degli anni ’30 e fino agli anni ’50 la tendenza è stata di decrescita. Questo anche grazie ad una normativa sempre più restrittiva in tutti i paesi occidentali.

Dagli anni ’60 però il consumo di cocaina è ripreso a crescere nonostante il prezzo relativamente più elevato rispetto ad altre droghe, oggi è la terza droga più diffusa nel mondo anche grazie al calo del costo per dose.

Centro San Nicola

Checking...

Ouch! There was a server error.
Retry »

Sending message...

Hai bisogno di aiuto?

Se pensi di avere bisogno di aiuto, per te o per un familiare, contattaci e ti aiuteremo.

Il/la sottoscritto/a dichiara di aver acquisito le informazioni contenute nella informativa ai sensi dell’art. 13 d.lgs. n. 196/2003, e di prestare il consenso ai sensi dell’art. 23 d.lgs. n. 196/2003 per il trattamento dei propri dati personali per le finalità di cui all’informativa.


Captcha

4 + 8 =